Benvenuto su Cadutipolizia.it
il Sito NON Istituzionale dedicato ai Caduti della Polizia di Stato Italiana

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione è comunque Obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo
I contravventori saranno perseguiti a norma della legge sul diritto d'autore


“Se ne siete capaci conservate un posto per loro  nel vostro cuore mentre andate in luoghi dove loro non possono più andare/ non abbiate paura di dire che li avete amati anche se non è sempre stato del tutto vero/prendete ciò che vi hanno insegnato con la loro morte e conservatelo dentro di voi…”(Continua)-F.Gregorutti - F.Scinia)

Caduti dei Corpi della Polizia Italiana nella Storia d'Italia dal 1852 a Oggi


Corpo
delle Guardie di Pubblica Sicurezza
(1852-1890)

 


Corpo
delle Guardie di Città
(1890-1919)

 


Corpo
degli Agenti Investigativi, Guardie Regie
e Ruolo Specializzato dell'Arma dei Carabinieri
(1919 - 1925)


Corpo
degli Agenti di Pubblica Sicurezza
(1925 - 1944)

 


Corpo
delle Guardie di Pubblica Sicurezza 
(1944 - 1981)

 


Polizia di Stato
( dal 1981 a Oggi)

 

Terremoto Messina 1908

II Guerra Mondiale

Resistenza e Guerra Civile

Caduti delle Foibe

ODMP Central Europe

Redazione

Chi Siamo

Collabora

Contatti

Articoli

Rubriche

Links

Guestbook

Forum

Cerca


 
Aiuta la nostra ricerca
 Sostieni il nostro Sacrario



...quei caduti rimasti ancora ignoti...


Abbiamo Censito 2573
Caduti della Polizia Italiana
dal 1852


Sempre con Noi...



Questore
Cami
Skender
Caduto il
04/03/1942


Ultimi Caduti Inseriti
Database Aggiornato:
venerdì 23 settembre 2016
alle 22:17:37

SI CHIAMA "ALBA13" ED E' L'AMBULANZA DI LUCA

(di Michele Rinelli)

Si chiama ALBA13 ed una ambulanza in servizio nella città di Cagliari.
La sigla dedicata al mezzo non è solo il nome dell'associazione, e il numero forse una mera sequenza dettata dalla quantità di mezzi, ma l'alba è probabilmente anche il momento più bello della giornata, è legato alla vita, alla magnificenza dell'essere e del creato, l'alba è l'inizio e quando è bella non può che essere sempre un buon auspicio.
ALBA13 ha anche un nome e cognome ed è Luca Tanzi, l'Assistente Capo della Polizia di Stato caduto a Nuoro durante l'alluvione del 18 novembre 2013.

 

- Segue -

ADRIATICO II Parte

Il Clandestino

(di Fabrizio Gregorutti)

La notizia dell’Armistizio tra l’Italia e gli Alleati viene accolta in Dalmazia con sorpresa, stupore ed addirittura gioia, come del resto in tutto il Regno. Anni dopo molti reduci ricorderanno i commilitoni che la sera dell’ 8 settembre 1943 nel cortile delle caserme urlano di gioia, saltellano come bambini all’uscita da scuola, sia abbracciano ubriachi di felicità, lanciano in aria elmetti gavette ed armi, cantano, sparano in aria e lanciano i razzi di segnalazione come se si trattasse di mortaretti alla festa del Patrono e iniziano a preparare gli zaini, in attesa dell’ordine che può essere uno solo, quello del ritorno a casa. Questo mentre i comandanti delle unità cercano inutilmente di contattare Roma dove nessuno risponde ai telefoni che squillano all’impazzata negli uffici ormai abbandonati del Ministero della Guerra e del Comando Supremo. Come nel resto d’Italia e dei territori occupati i milioni di soldati italiani, abbandonati da chi aveva il dovere di guidarli, si trovano a fissare un baratro, un abisso che per chi si trova in Jugoslavia e nella stessa Dalmazia sembra ancora più oscuro e profondo. Come scrive lo storico Oddone Talpo, testimone degli avvenimenti, nel terzo volume del suo essenziale “Dalmazia, una cronaca per la storia” (pag. 1042)

 

- Segue -

Oggi è il 24/09/2016
ore: 22:51:12

I Caduti che
Ricordiamo Oggi

COME SEMPRE....
“E' TUTTAPPOSTO!”

(di Gianmarco Calore)

Undici in neanche sette mesi.
Questa cifra racchiude un dramma di cui NESSUNO vuole prendere consapevolezza: quello dei suicidi in Polizia.
Se poi vogliamo estendere questa statistica del solo 2015 anche a Polizia Penitenziaria e Carabinieri, da 11 passiamo a 21.
L'ultimo dei nostri che ha deciso di farla finita si chiamava Diego Bisson. E' giusto conoscerli per nome, questi ragazzi. E' giusto che TUTTI prendiamo consapevolezza che non si può chiudere la “pratica” con due iniziali e tante belle inutili parole.
Diego era un Assistente Capo del 2° Reparto Mobile di Padova. Non lo conoscevo di persona, ma i ragazzi me lo descrivono come “un toco de pan”, un pezzo di pane. Un amore equamente ripartito tra il suo lavoro e la sua famiglia, la sua ragazza. Certo, gli alti e i bassi di tutti i giorni.
Poi, una lite in casa. Cose che capitano a chiunque. Ma in lui si deve essere rotto qualcosa. Lascia in casa tutto, documenti, telefonino.... prende la macchina, va a Reparto, preleva la sua pistola. E scompare. Sono seguite ore di ricerche frenetiche che hanno coinvolto tutti i Colleghi di qualsiasi Arma e Corpo. In servizio o liberi da esso, si sono lanciati in una battuta senza sosta. Ovunque. Senza mai mollare. E fino al tragico epilogo: Diego è stato trovato morto questa notte.

- Segue -

 

 

Onoriamo i nostri Caduti

(di Francesco Scinia)

Mi fa molto piacere imbattermi, sempre più spesso, in siti web e post di FB, forum ecc. che linkano il sito http://www.cadutipolizia.it 
Forse è opportuno spiegare come nacque.

Quando, dalla questura di Trapani, fui trasferito all’XI Reparto Mobile, presso la caserma Pietro Lungaro, vidi che le palazzine erano identificate da nomi: padiglione Tasquier, Zappone, Maragioglio, Agnone… Idem per le aule della sezione scuola: Aparo, Cappiello, Giuliano… Un collega anziano mi confermò che si trattava di alcuni Caduti della Polizia.

Solo parecchi anni dopo mi venne la curiosità di saperne di più su di Loro e volli cercare notizie dettagliate, grazie al web. Cominciai a cercare quei primi nomi, scoprendo che erano Poliziotti uccisi nell'ultimo dopoguerra dalla banda Giuliano. Man mano che procedevo, mi imbattevo in pagine relative ad altri fatti tragici: la scorta di Moro, Boris Giuliano, Cassarà, Montana, Antiochia, Mondo, le stragi del ’92… In pochi mesi avevo raccolto tutto quello che esisteva in rete su circa 200 colleghi, morti per mano criminale o per incidenti e ne avevo redatto le rispettive schede, raccolte in un piccolo archivio personale, magari con l’intenzione di farne un opuscolo, un domani.

- Segue -

 

Homepage aggiornata lunedì 5 settembre 2016 alle 20:33:07


Oh Signore
che ogni giorno proteggi le persone che sulla strada difendono i cittadini abbi un occhio di riguardo per chi da sempre ha creduto che questo mondo,  liberato dalla presenza del diavolo e da anime perse,  fosse e potesse essere migliore e per questo lotta, a rischio della propria vita, in nome della Patria di un Paese che il paese non vuole e rinnega.
Oh Signore, Benedicili tu.
- Amen -
(Si ringrazia per la dedica il Sig. Mariano Conti)


I Caduti
che cercano
ancora Giustizia

Antonino Agostino 5.8.89

Ottavio Conte 9.1.85

Giuseppe Baccaro 17.3.83

Antonio Custra 15.5.77

Settimio Passamonti 21.4.77

Antonio Annarumma 19.11.69

Silvestro Corrao 30.6.63

Antonio Sarappa 7.9.60

Raffaele Sicurella 8.12.46

Amilcare Salemi 16.11.46

Pietro Gerardi 19.11.42

Giuseppe Esposito 12.4.28

In Collaborazione con

I Caduti delle Polizie Europee a Cura del sito ODMP Central Europe

Visita il Sacrario
della Polizia di Stato
(Clicca Qui)

San Michele Arcangelo

Nostro Celeste Patrono

 

Ultimi Articoli di Rilievo

Consigli di Lettura Storica
- Le Recensioni di Cadutipolizia.it -

La Polizia a Cavallo
(Menna -- Cantelli)
- a Cura di Giulio Quintavalli -

La Pubblica Sicurezza sul Confine Orientale
(M. De Marco)
- a cura di Fabrizio Gregorutti-

Lascia un messaggio nel nostro

GUESTBOOK


COLLABORA CON NOI!!!!
Se non trovate censiti dei Caduti che avete conosciuto o siete in possesso di foto di caduti già inseriti potete segnalarlo alla nostra redazione scrivendo a  redazione@cadutipolizia.it  oppure telefonare al numero +393495804676


Alessandro Spedicato per sempre con noi

Gli Speciali di Cadutipolizia.it
a Cura di Milo Julini, Paolo Valer, Massimo Gay, Giulio Quintavalli

Intervista alla Guardia Pai Nicola Colucci
- di Fabrizio Gregorutti -

Gli occhi dietro le persiane
- di Massimo Gay -

Il Capo della Polizia Francesco Leonardi
- di Paolo Valer-

Il dialogo con il passato e le forme della memoria
- di Giulio Quintavalli -

San Michele Arcangelo Profilo Storico
- di Paolo Valer -

Condannati a Morte
- La Tragica fine della Guardia Sebastiano Campanella -

Le Guardie PAI - La Cartolina di Amerigo Sterpetti
- di Giulio Quintavalli-

 


www.cadutipolizia.it

Tutti i dati contenuti all'interno di questo sito sono di libera consultazione e citazione è comunque Obbligatoria la menzione della fonte in caso di utilizzo
I contravventori saranno perseguiti a norma di legge sul diritto d'autore